"Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci
ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli"
Martin Luther King

regola-benedetto800x350.jpg

Condividi...

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Mi hanno colpito queste poche frasi. Mi sono capitate sfogliando il web e valgono più di mezza giornata di educazione alimentare con slide, pennino laser e ottima “dizzione”:

Perché nulla è tanto sconveniente per un cristiano, quanto gli eccessi della tavola, come dice lo stesso nostro Signore: “State attenti che il vostro cuore non sia appesantito dal troppo cibo”. Quanto poi ai ragazzi più piccoli, non si serva loro la medesima porzione, ma una quantità minore, salvaguardando in tutto la sobrietà.

Il rapporto con gli alimenti, la loro manipolazione, il momento dei pasti, lo stabilire preferenze e rifiuti, dovrebbero essere avvolti da una atmosfera intima e positiva.
Le culture e religioni di ogni tempo hanno ritualizzato questi momenti, stabilendo indirizzi e consuetudini nel consumo dei pasti.
L'imposizione non c'entra; nell'alimentazione è qualcosa di sbagliato perché non genera l'abitudine e la ricorrenza, ma un vivere alterato e innaturale.
Le mamme di una volta lo sapevano, ora un po' meno.

© Riproduzione riservata
 
 
MauroTessera200x200 2

Aggiungi il tuo  COMMENTO 

 
 
Powered by Ouram web
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.