"La maggior parte delle situazioni in cui ci mettiamo
non si sarebbero mai spinte così lontano se non le avessimo aiutate"
José Saramago

ansa800x250.jpg

Condividi...

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

(ANSA) - 'Mangiare per crescere. Consigli per genitori in gamba', Mauro Destino e Federico Marolla, Il pensiero scientifico editore 2014, pp.333. Non sul passeggino, lontano dai fornelli ma, già sin dall'età di quattro mesi, posizionato a tavola, insieme ai genitori, per far sì che il bimbo impari prima a mangiare da solo e accetti più facilmente diversi tipi di cibo. Lo consigliano Mauro Destino Biologo, docente in Scienze della Nutrizione all'Università di Camerino, e Federico Marolla, pediatra, autori di 'Mangiare per crescere', un dettagliato manuale che chiarisce le idee a genitori dubbiosi su come nutrirsi e nutrire al meglio i propri figli. "Già dai 4 mesi, quando i bimbi iniziano a stare a terra sul tappetone, ad afferrare bene gli oggetti, tenete il bambino a tavola con voi, fategli sentire i rumori della cucina, gli odori dei cibi, fategli vedere quando apparecchiate e come mangiate", in modo tale da renderlo partecipe di ogni gesto, ad esempio "come viene condita la pasta fumante che profuma di sugo al pomodoro" e come viene portata alla bocca il boccone: assistendo, il bimbo impara tramite occhi naso e orecchie. "Tutto questo - si legge - è nutrire la mente affinché poi gli sia più facile accettare il cibo di casa. I neuroni 'specchio'...

 ANSA.IT

 
 
Powered by Ouram web
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.